L’homo imaginalis

Del nuovo visionario e poetico Romanzo, “Discorso alla Luna”, di Selene Calloni Williams abbiamo avuto modo di parlarne pochi mesi fa. A grande richiesta torniamo su questo libro, proprio perché l’interesse è alto.

“Discorso alla Luna” è di fatto un “racconto di potere”.

Cosa significa “racconto di potere”?

Significa che nella narrazione sono stati forgiati e introdotti potenti simboli ed energie che “toccano” nel profondo il lettore. La storia ha in sé premesse reali, che poi vengono plasmate e trasmutate per incanto in simboli universali: i personaggi di cui leggiamo nel Romanzo e gli eventi che via via vengono descritti si inseriscono nel grande libro dei miti e delle favole di potere.

Biblioteca contemporanea“Discorso alla Luna” è un racconto avvincente, che trasporta chi lo legge in una dimensione certamente poetica, e al contempo mitologica e immaginativa.

“Discorso alla Luna” racchiude un potente invito: quello di vivere, di immergersi nella bellezza del mondo e di deprogrammare quelle nostre abitudine che, invece, ci portano ad allontanarci dalla bellezza, quindi dalla natura e quindi dalla nostra salvezza.

Andare oltre la sofferenza, risvegliarci, entrare nella gioia e nella natura: sono questi alcuni dei tanti potenti messaggi lanciati da Selene in questo suo nuovo, travolgente e profondamente sentito romanzo.

Grazie al suo amore per i viaggi, e in questo caso per la Siberia, Selene Calloni Williams ci conduce alla conoscenza di quegli sciamani ancora detentori di favole mistiche, di racconti di potere che mettono in comunione il visibile e l’invisibile, la materia e lo spirito.

Non a caso in “Discorso alla Luna” Selene ci parla dell’homo imaginalis (per differenziarlo dall’homo materialis), portatore di una figura di “uomo nuovo”, creatura che va oltre il materialismo e l’oggettività delle cose.

Come scrive Selene: “Il fatto che comunemente il significato attribuito ai simboli e alle immagini sia meccanicamente indotto, non significa che tu personalmente non possa decidere di incominciare a immaginare la tua vita e il mondo in modo libero, e farlo con successo”.

Sono parole spiritualmente e creativamente rivoluzionarie, ecco perché Atti Poetici ne riporta con intensità il messaggio, sottolineando proprio la forza iniziatica della storia che Selene ci dona nel “Discorso alla Luna”: un racconto che ci conduce in un suggestivo pellegrinaggio sull’altipiano sacro, tra le steppe della Siberia. Tra i paesaggi siberiani, accompagnati dalla grande saggezza degli sciamani, Selene ci invita a comprendere come l’amore possa vincere la morte.

 

Atti Poetici vi invita a condividere

poesie, scritti, pensieri…

ispirati al Discorso alla Luna e all’homo imaginalis

 

Scriveteci al nostro indirizzo:

attipoetici@nonterapia.ch

seguiteci anche sulla nostra pagina facebook

 

Buona Creatività

da Atti Poetici!


tramonto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *