Un tamburo nel cuore – Atto Poetico di Marco

“Un tamburo nel cuore” è il mio atto poetico ispirato alla lettura del libro “Discorso alla luna”.
Questa poesia è un aspetto del racconto di Selene Calloni Williams rapportato all’individualità, all’interiorità del singolo. Il freddo siberiano diventa l’animo umano su cui l’individuo cerca di lavorare senza sforzo, senza artifici, ma semplicemente ascoltando la sua voce interiore, il suo subconscio, la propria istintualità, che può essere considerata l’ispirazione divina, il confine tra la vita reale e il mondo onirico-divino. E così il lago ghiacciato del racconto, il bivio, la grotta ecc. diventano l’immagine dei limiti socio-psico-emozionali che mettono un freno alle nostre potenzialità e soprattutto alla nostra felicità, al nostro star bene vivendo in armonia con il mondo fatto di natura, immagine della divinità, il nostro stesso stato di purezza e libertà. E’ dunque un viaggio dentro noi stessi che ci porta a scoprire, affrontare e superare i nostri demoni conducendoci verso quel luogo, quello stato di pace, di salvezza che non può essere scoperto nè raggiunto per strade esterne a noi.

Marco 🙂


UN TAMBURO NEL CUORE

Nel gelido inverno dell’anima mia

ascolto una voce, inconscio narrante,

racconto di dei, bellezza e poesia.

Affronto gli ostacoli della coscienza,

sciolgo catene, insensate prigioni,

supero abissi di odio e paure.

M’immergo nel lago ghiacciato del cuore,

cerco nel vuoto di rosso sangue

nessun colpevole del mio tormento.

Mi lascio andare, seguo l’istinto,

imbocco un sentiero tra venti e correnti,

giungo nel nulla del vacuo spazio.

Tra atri e ventricoli dolce presenza

d’amor divino un suono pulsante:

sembra un tamburo, ritmo che batte.

Soffio di vita, amor si diffonde

più non combatto contro me stesso

e non combatto con nessun altro.

Sistole, diastole, respiro fluente,

seguo quel suono e intono il mio canto

di libertà, perdono e rispetto.

Venga il risveglio di luce e coscienza

il più bel dono: la gioia del mondo

e per ogni uomo pace e salvezza.

©  di Marco De Matteis, dicembre 2016


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *