Non per te il futuro – Atto Poetico di Angelo

Non per te il futuro

 

Una vita breve: sepolti a strati, quanti ricordi!

Nel gran alveo delle genti

placide e irruenti, acque, fangose e chiare scorrono

e volti e sorrisi e pianti s’accavallano, s’ammucchiano corpi

e gesti di violenza e d’amore.

 

Una vita breve: nel cono d’oblio della memoria,

s’ascondono le speranze, braci sotto la cenere,

ma, se volgi sguardi all’orizzonte,

pulsano vive, come di giovane cuore.

 

Una vita breve: stringi le mani e l’acqua evanescente svanisce,

mentre osservi compiaciuto amici e opere intorno a te,

operoso operaio, volonteroso volente, presuntuoso

ipotecario d’un futuro che ci sarà, ma non per te.

 

Una vita breve: dall’alto e dal basso

osservala, se vuoi.

Non per te il futuro instancabile costruisci, giorno dopo giorno

non per te proietti speranze per domani e dopo e dopo ancora.

 

Una vita breve: setaccia il cumulo immenso dei ricordi

e sgranali, come un rosario, e nell’oblio gettali.

Solo pochi fai brillare con gran spolvero:

quest’essenze  di mille istanti d’esperienze

nel futuro d’antan lancia:

è il lampo dell’istante presente.

 

Atto Poetico di Angelo Rovetta


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *