Il giardino della creatività condivisa

Abbiamo ricevuto e stiamo ricevendo tanti scritti – non solo poesie – da parte di persone desiderose di condividere, con gli amici di Atti Poetici, stati d’animo, ricordi, sensazioni e riflessioni.

Si tratta di scritti che esulano spesso dal Tema del mese scelto per Atti Poetici e che riguardano situazioni personali, meditazioni e altro.

Abbiamo così pensato di creare un nuovo spazio all’interno del progetto Atti Poetici denominato “Il giardino della creatività condivisa” per dare l’opportunità a più persone di esprimere e diffondere le loro suggestioni slegate al Tema del mese che scegliamo.

Ne “Il giardino della creatività condivisa
pubblicheremo scritti che meritano visibilità,
per la loro originalità e per la loro profondità.

Il giardino della creatività condivisa” è uno spazio in work in progress tutto per i fedelissimi di Atti Poetici.

Uno spazio che è il preludio di altre iniziative e di importanti progetti editoriali.

Un giardino pieno di tante idee creative…

Leggi qui i contributi del giardino creativo

Leave a comment to Il giardino della creatività condivisa

  1. Bellissimo questo giardino della creatività,grazie per questa nuova apertura,ci si darà da fare!
    Marta

    • Grazie Marta. Seguici perché abbiamo altre nuove idee…

      • vorrei entrare in questo giardino con due scritti assolutamente fuori tema e stagione degli Atti Poetici…una è una favola per bambini e adulti-bambini,l’altra una riflessione di speranza…è certo che amo la neve e le sue atmosfere…non so se è corretto inserire gli scritti quì.

        ” Il sogno possibile di un omino di neve ”

        Al limitare di un folto bosco di abeti,nel bianco silenzio ,viveva un omino di neve tutto solo e malinconico.
        Scoiattoli ,marmotte e caprioli lo sfioravano nella luce dell’alba ma lui non sorrideva.
        Gufi e civette,da un ramo all’altro,animavano le notti,ma lui non rispondeva.
        Aveva un sogno impossibile : scaldarsi al calore di un bel fuoco; povero omino…desiderava la sua fine!
        Una notte ,così ghiacciata da sembrare incantata,vide una stellina più splendente delle altre.
        Il suo palpito sembrava un cuore luminoso solo per lui.
        Si addormentò e sognò di salire in alto in alto finoa quella luce.
        Più si avvicinava e più la stellina si trasformava.
        Era un bellissimo angioletto,nelle sue mani riluceva il piccolo astro!
        – Prendilo,è tuo – sorrise l’angioletto.
        – Così potrai scaldarti per sempre senza scioglierti! –
        L’omino si svegliò,un bel fuoco ardeva vicino a lui; per magia nemmeno una piccola parte della sua neve si stava sciogliendo!
        Così sorrise e parlò : – è davvero una notte incantata… – .

  2. Non temere il cambiamento.

    Quando pensi di aver finito,da lì ricominci.
    é davvero il cuore che ti suggersce,in silenzio ciò che devi fare.
    Sono la donna che vive questo momento.
    Sono la donna che non ha paura di questa nuova strada.
    Raccolgo le foglie dorate in un autunno diverso come regali inattesi.
    Se rinunci per paura di soffrire…stai camminando in un magico bosco incantato di neve con gli occhi bendati,non vedrai mai ,non coglierai mai la meraviglia intorno a te.
    La neve si scioglierà ma tu ,se non temi,avrai assaporato il suo silenzio.
    Se ” Il cuore dell’uomo da l’aspetto al suo volto ” (Ben Sira) vorrei nel mio cuore un candido silenzio di neve.
    Ecco…immagino ora solo silenzio, lì arrivo,lì mi fermo,da lì ripartirò.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *